Anche se, ha deciso di farsi attendere, finalmente il caldo dovrebbe essere arrivato! Per sfruttare al meglio balconi, terrazzi e giardini nella stagione estiva, le tende da sole sono un investimento molto utile per il quale, si può beneficiare dell’ecobonus. Ma come dobbiamo destreggiarci fra i vari modelli in commercio, i permessi da richiedere e le agevolazioni fiscali?

APPROFONDIAMO INSIEME ….

  • NON SERVE NESSUN PERMESSO!!

Il Glossario delle opere di edilizia libera, contenuto nel DM del 2 marzo 2018, chiarisce quali sono gli interventi per i quali non è necessario richiedere permessi particolari alle autorità locali. Fra questi rientrano le tende da sole, che hanno la sola funzione di arredo limitata nel tempo e che pertanto, possono essere installate in totale libertà. Unica eccezione per le “pergotende” (elemento realizzato all’esterno che non è removibile dal mattino alla sera, ma stabile e duraturo), per cui non esiste una definizione univoca e che le amministrazioni comunali potrebbero assimilare a vere e proprie verande, in quanto chiuse su tutti i lati.

  • SÌ ALL’ECOBONUS

Dallo scorso anno è in vigore il rimborso del 50% delle spese sostenute per l’acquisto e la posa di schermature solari, ma per averne diritto bisogna che queste ultime siano:

– applicate con l’involucro edilizio e non montabili e smontabili liberamente dal proprietario;

– a protezione di una superficie vetrata, applicate all’interno o all’esterno ma sempre mobili.

  •   MODELLI IN COMMERCIO

Per balconi o per giardini, contro il sole o gli sguardi dei curiosi: le tende possono rispondere a numerose delle vostre esigenze. Tra i modelli più diffusi ci sono quelle a bracci estensibili da fissare al muro o al soffitto: le versioni più moderne sono dotate di sensori per chiudersi quando il vento è troppo forte e, non hanno il cassonetto per proteggere il telo arrotolato. La tenda a caduta è invece costituita da un telo che si srotola verticalmente e può anche assolvere alla funzione di tapparella o porta. Per le superfici più ampie o irregolari sono consigliabili le tende a vela, usate soprattutto da chi vive in zone ventose con la chiusura automatica in caso di raffiche di vento particolarmente forti. Ma, oltre al vento, anche la pioggia può creare problemi: per questo in commercio esistono tende abbassabili solo da un lato per garantire lo scolo dell’acqua.